lunedì 22 dicembre 2008

Esercito in strada.

Cari lettori, sono di nuovo qui. Scusatemi se vi ho abbandonato tanto a lungo, ma sono stato un po' impegnato. E, soprattutto, mi sono incartato tra il non avere voglia di scrivere del viaggio in Giappone e il non voler scrivere di altro prima di aver completato il post. Alla fine ho preso una decisione, per cui Big in Japan parte II è rimandato a data da definirsi, altrimenti finisce che il blog fa le ragnatele.
Brevemente: in queste settimane di attesa, ho completato la tesi di dottorato, ho cantato moltissimo (e continuerò a farlo), ho comprato un nuovo gioco per pc.
Ma veniamo al motivo che mi ha spinto stamattina a riaprire MiKo's World.
Sapete tutti che passate le elezioni "l'emergenza criminalità" è finita. Sapete tutti che grazie all'esercito nelle strade ormai si può girare nudi vestiti solo dei propri gioielli migliori e nessuno vi farà niente. Sapete tutti che da quando c'è lui i problemi di Napoli sono praticamente finiti, salvo qualche sporadico problema evidentemente causato dal Sindaco e dal Presidente della Regione (nei confronti dei quali, sia chiaro, la mia disistima è cresciuta esponenzialmente negli ultimi anni). Sentite allora questa bella favola natalizia della nuova Napoli.
La location è la Riviera di Chiaja, zona S. Pasquale/Villa Comunale. Per chi non fosse pratico, una delle zone "bene", dove c'è Marinella e alcuni dei negozi che ti fanno pagare uno straccio di tessuto sintetico qualche migliaio di euro.
Succede ogni sera che ad una certa ora, i proprietari delle "giostrine" della villa comunale si ritirano portando via le giostre in questione. Quello che non succede sempre è che nell'andar via facciano cadere un motorino parcheggiato.
Il proprietario dello scooter in questione protesta.
Succede allora che i giostrai ritornino in forze (tre uomini e due donne, perché ci sono le quote rosa) e mandano all'ospedale lui ed il padre intervenuto in soccorso.

Un branco di animali.

Né più, né meno.
Perché?
Perché mi stupisco ancora quando parlo con persone che vogliono andarsene via da qui? E perché mi stupisco quando chi è andato via mi dice che non ha alcuna voglia di tornare?
E, soprattutto, per quale motivo mi incaponisco a voler rimanere in questo posto che sta regredendo sempre più ad uno stato selvaggio?
Io mi ostino a cercare di diffondere musica colta nella patria di Gigi D'Alessio.

Perché?

Buon Natale,
M

3 commenti:

Caterina ha detto...

Buon Natale! :-D

Elisen ha detto...

Eh? perché???
Comunque ben tornatoe buon anno!

Marta ha detto...

ciao, non so dove risponderti e non mi sembra logico farlo da "nonsisamai", quindi mi inzicco qui.
anche io soffro di vertigini e andare in aereo mi ha sempre terrorizzato, + voli facevo + stavo male, al punto di lasciare le unghie nei braccioli.
quando ho fatto il primo biposto ero terrorizzata e continuavo a ripetere "se voglio scendere tu mi porti giù SUBITO"....poi decollati ed è stata una cosa...unica...appena appoggiati i piedi mi sono iscritta al corso.
non hai vertigini perchè non hai punti di riferimento, sei sospeso nel vuoto...e poi andare in aereo non ti farà + paura xkè saprai cosa sta facendo (e quando si "balla" sarai preparato).
il bello è l'atterraggio...anche lui stalla come noi, solo che pesa di +!
buona serata
io
PS: se ti si apre ... http://www.vololibero.net/modules.php?name=News&file=article&sid=76&mode=thread&order=0&thold=1
buona lettura!