venerdì 20 gennaio 2012

Torce e forconi

Riflettevo poco fa.

C'è nella rete grande subbuglio per questo movimento dei forconi.

Non mi piace.

Non mi piace perché non sono riuscito a capire esattamente contro cosa o per cosa protestano, né tantomeno il perché ("bisogna mandarli a casa perché c'è gente che non riesce a mettere il piatto in tavola" è un tantino troppo generico per i miei gusti). E non per una generico disinteressamento dei mezzi di comunicazione (sono davvero stufo del fatto che tutti gridino alla censura a ogni pie' sospinto): mi son sorbito fin troppi video e articoli in rete. Video che spiegano il perché senza dare una sola ragione. Come questo: http://youtu.be/Yu_LcNj0XLM (non metto un vero link perché non voglio dare risonanza al video tramite il mio blog).

Non mi piace perché un movimento che si lasci guidare da personaggi davvero poco raccomandabili ( http://violapost.wordpress.com/2012/01/19/esclusivo-forconi-nominano-primi-referenti-regionali-tutti-di-forza-nuova-foto/) mi puzza parecchio.

Non mi piace perché il forcone mi ricorda troppo la folle inferocite da scagliare contro le streghe per distogliere l'attenzione.

Non mi piace perché le informazioni che trovo in giro sembrano terribilmente montate ad arte per sollecitare movimenti di pancia zittendo il cervello.

Non mi piace perché le tempistiche sono tremendamente sospette.

Però, poco fa riflettevo.

Riflettevo che mi piacerebbe che a un certo punto la Sicilia prima, e tutta l'Italia poi si organizzasse in una protesta totale contro le varie mafie, camorre & co.

A tutti quelli che adesso agitano il forcone in buona fede: quando avrete raggiunto i vostri scopi, qualunque siano, riprendetelo e cominciate a lottare contro questi nemici.

Avrete tutto l'appoggio che MiKo's World può dare. Anche se non serve a nulla.

Stay tuned,

M

Nessun commento: