martedì 27 maggio 2014

E allora le foibe?


Vi avverto: questo è un post in cui parlo con un tono forte e che non mi è solito, perché sono incazzato.

Inoltre, questo è un post dove parlo male di Grillo, dei grillini e del Movimento 5 Stelle.  Visto che questo è il mio blog, se non vi piace, non mi venite a rompere le palle, se no elimino i commenti e rimetto la moderazione.

Questo post non è una discussione, è uno sfogo.
Qui e ora non tollero critiche, non voglio ragionare.

Troppo tardi: ci ho provato mille volte a ragionare, ad ascoltare, a cercare di esporre critiche anche molto pacate e ponderate, ma non c'è stato verso. Nel migliore dei casi sono stato ignorato. Nel peggiore deriso o insultato.

Sono mesi e mesi che ho voglia di tornare a scrivere qui. Sono mesi che ho voglia di commentare quel che succede in politica in Italia. Sono mesi che scrivo sempre meno di politica anche su Facebook.

Per colpa dell'atteggiamento dei grillini.
E in questo caso, grillino non vuol dire elettore di M5S.