martedì 27 maggio 2014

E allora le foibe?


Vi avverto: questo è un post in cui parlo con un tono forte e che non mi è solito, perché sono incazzato.

Inoltre, questo è un post dove parlo male di Grillo, dei grillini e del Movimento 5 Stelle.  Visto che questo è il mio blog, se non vi piace, non mi venite a rompere le palle, se no elimino i commenti e rimetto la moderazione.

Questo post non è una discussione, è uno sfogo.
Qui e ora non tollero critiche, non voglio ragionare.

Troppo tardi: ci ho provato mille volte a ragionare, ad ascoltare, a cercare di esporre critiche anche molto pacate e ponderate, ma non c'è stato verso. Nel migliore dei casi sono stato ignorato. Nel peggiore deriso o insultato.

Sono mesi e mesi che ho voglia di tornare a scrivere qui. Sono mesi che ho voglia di commentare quel che succede in politica in Italia. Sono mesi che scrivo sempre meno di politica anche su Facebook.

Per colpa dell'atteggiamento dei grillini.
E in questo caso, grillino non vuol dire elettore di M5S.

Non sopporto più il fatto che appena uno prova anche solo molto velatamente a criticare l'operato di uno qualsiasi dei 5 stelle, e soprattutto di Grillo, si scatena una crociata.

Non parlo di discussioni politiche, parlo di crociate ottuse.

Qualunque cosa uno stia dicendo, anche semplicemente cosa secondo me Grillo ha sbagliato nella campagna elettorale (che non è mica una critica, è un'analisi di quello che è successo per cercare di capirci qualcosa, in fondo dovrebbe interessare loro) immediata la risposta arriva sul fatto che nel PD sono ladri, corrotti, la stessa cosa di Berlusconi, e il Monte dei Paschi, e cosa ha fatto il PD negli ultimi 20 anni, e i regali ai gestori delle slot e le banche.

La risposta è sempre la stessa: cosa cazzo c'entra con quello di cui stiamo parlando?

Primo: è offensivo, stupido, qualunquista e in malafede fare generalizzazioni del tipo "sono tutti uguali", "sono tutti corrotti" ecc. Non lo sono, ci son persone nel PD di una serietà, una preparazione e una cultura che nemmeno dieci Di Battista messi insieme. Così come non tutti i pentastellati credono alle sirene o alle scie chimiche o ai microchip sotto pelle.

Secondo: è mai passato per la testa che il fatto che forse non ho votato, PD? Non ho votato per i parlamentari europei italiani perché ho scelto di votare per quelli finlandesi, ma anche se avessi votato in Italia, avrei votato Tsipras. Questo tipo di assunzioni alla lunga, è nauseante e mi ha fatto passare la voglia di parlare.

Terzo: anche se avessi votato PD, questo non fa di me un colluso, un idiota e nemmeno un nemico. Chi vota il centrosinistra è stato definito "coglione", "buffone", "colluso", "zombi", "pensionato", "vecchio", "troll" e in mille altri modi dai leader degli altri principali partiti. Il "coglione" è di Berlusconi, il resto è di Grillo. E si badi bene: parlo di insulti che vengono dai leader, non dall'elettore idiota e infervorato (di quelli ce ne sono tanti da tutte le parti).

Quarto: torno a ripetere, cosa cazzo c'entra con quello che ho detto/scritto? Possibile mai che mai e poi mai mi si risponda sul merito? L'ultima in ordine di tempo: ho fatto un commento su come secondo me Grillo abbia sbagliato i toni della campagna elettorale, la risposta è stata che i grillini in parlamento hanno presentato un sacco di leggi buone e che guardo troppa televisione. E sì, che qui in Finlandia (e in Francia fino al mese scorso) sono proprio vittima della disinformazione di massa di proprietà del PD. Continuamente YLE 1 parla male dei calzini blu di Casaleggio.

Io sono contento che il Movimento 5 Stelle esista e di solito le mie critiche sono mirate a quello che io vorrei cambiasse per renderlo migliore (e, perché no, per votarlo), ma continuamente ricevo insulti. Ho criticato mille volte tutti i leader che ho votato e quelli che non ho votato. Tranne che da qualche elettore di Berlusconi (con i quali di solito evito di parlare di politica perché raramente abbiamo qualcosa da dirci), non sono mai stato trattato così. Con gli elettori a 5 stelle (almeno con quelli che parlano) è quasi una costante.

Userò la seconda persona plurale per comodità, ma non penso che le persone a cui è rivolta questa parte siano qui a leggerla.
Se pensate che chi critica lo faccia solo per trollare, o peggio, vi hanno lavato il cervello. O ve lo siete lavati da soli. Se non volete nemmeno provare a capire che è falso che chi non è con voi è contro di voi, siete degli idioti. Se pensate di essere gli unici a sapere usare la rete, non sapete usare la rete e probabilmente non capite neanche cosa sia. Se credete che basti leggere un documento su internet per essere esperti di un argomento, non sapete né cosa vuol dire studiare, né cos'è internet, né cosa vuol dire formarsi un'opinione informata. Se credete che la politica senza compromessi esista, non avete studiato cos'è la politica, né la storia.

Forse nei prossimi giorni scriverò post con le mie critiche nella speranza vana che qualcosa nonostante tutto passi attraverso il velo di fanatismo che vi benda occhi e orecchie e riusciate a capire cosa sto dicendo e perché, ma non vi aspettate più un linguaggio diplomatico. Non vi aspettate più che ad ogni critica sottolinei il buono del movimento 5 stelle, perché non ne posso più.

Ho smesso di essere diplomatico, e ho smesso per colpa vostra.
Forse, quando mi sarà passata l'incazzatura, tornerò a cercare di ragionare.
Per adesso, andate cordialmente affanculo.
Ché a me ci avete già mandato e quindi magari ci ritroviamo lì.

Stay tuned,

M.

PS: Ma come, è da mesi che ci sfottete e ci rompete le palle con questo #vinciamonoi e adesso non siete nemmeno in grado di digerire gli sfottò? Ahiahiahi! Meno male, che, almeno su questo, Grillo è d'accordo con me.

2 commenti:

Baol ha detto...

Non posso che sottoscrivere completamente il tuo post (ok, io non ho votato parlamentari europei finlandesi, ma se avessi potuto...).
Sono mesi che, su Twitter, non faccio che leggere le frasi sconclusionate dei grillini, fino alla nause. E poi, hanno rotto le scatole per mesi, dopo le politiche, con lo sfottò su Fassino che diceva "Grillo si faccia un partito" ed adesso non li si può toccare e parlano pure di brogli. Questo è fanatismo, non è politica e smettiamola di uscircene con "la gente è stanca", anche io sono stanco ma non per questo mi filo un parafascista.

Oliver Jones ha detto...


I am regular reader, how are you everybody? This piece of writing posted at this web page is genuinely pleasant. paypal login my account