giovedì 5 marzo 2015

Aggiornamento e domande

Visto che avevo promesso una serie "sull'ignoranza degli Italiani", penso di dovere qualche aggiornamento.

Avevo cominciato a scrivere i due post rimanenti, ma sono successe delle cose. In particolare ci sono stati aggiornamenti al sondaggio di cui parlavo, alcuni errori sono stati corretti e così via. Insomma, nonostante ci siano ancora cose da dire, i due post rimanenti sono diventati molto meno interessanti e così ho deciso di non pubblicarli.

Ho qualche idea su qualcosa da scrivere, ma me la prendo comoda.

In compenso, però, mi piacerebbe riprendere un po' i contatti con i miei due lettori e mezzo.

Solo per fare due chiacchiere e senza impegno alcuno, vi chiedo di pensare a qualche domanda su come funziona il mondo. Qualche domanda a cui uno bravo scienziato, avendo a disposizione dati (eventualmente raccolti con appositi esperimenti), tempo e voglia potrebbe rispondere.

Tanto per limitare un po' il campo, manteniamoci su domande intorno agli esseri umani o alla società in generale, ma per il resto sentitevi liberi. Possono essere domande frivole e insolite (tipo "Si perdono più spesso i guanti sinistri o destri? E perché?" oppure "Qual è il gusto di gelato più venduto in Italia?" o anche "Fino a che punto è possibile predire la performance di un giocatore di bowling?"), domande in campo sociale o economico, più o meno serie ("Qual è la distribuzione dei possessori di cani per età?", "Quanto conta conoscere o aver collaborato con un membro della commissione per vincere un concorso accademico?","Si può stabilire qualsivoglia legame tra misure di austerity, PIL e disoccupazione?") di carattere medico ("Che percentuale di vaccinati è necessaria in una popolazione affinché l'immunità di gruppo si manifesti?", "Quante ore per notte dovrei dormire e cosa succede se ne dormo di meno o di più?") e così via.

Insomma, sbizzarritevi, se vi va. Non prometto alcuna risposta, è solo per stimolare qualche riflessione.

Stay tuned,

M.


Nessun commento: